«Mi fermo, non sto bene»: mamma
stroncata dopo 10 chilometri al sole

Tragedia ieri alla "Corsa delle stagioni" di duathlon. La donna
era di Osoppo e aveva tre figli. Sfinita, si era seduta all'ombra

Ylenia Turina

di Marco Corazza

SAN MICHELE AL TAGLIAMENTO - Tragedia alla "Corsa delle stagioni" di duathlon a San Michele al Tagliamento: mamma di tre figli di Osoppo muore durante la corsa. Il gravissimo fatto è avvenuto ieri mattina a San Giorgio al Tagliamento, con una concorrente di 38 anni che è stata colta da un improvviso malore mentre l'amico con cui gareggiava arrivato di l a poco scoprendo l'accaduto.

Mancavano una quindicina di minuti alle 11 quando Ylenia Turina stava gareggiando a piedi con il team "Punto Bike" di Gemona per la corsa di duathlon organizzata a tappe, in pi frazioni sanmicheline.

Quando arrivata all'incrocio tra le via Tagliamento e Ginnastica di San Giorgio, ha preferito ritirarsi. Il caldo e l'afa non hanno infatti reso semplice il percorso, nonostante la donna non fosse alle prime armi. Preferisco fermarmi - aveva spiegato l'atleta ad un volontario della Protezione civile in servizio alla manifestazione - non mi sento molto bene.

La trentottenne ha cercato un po’ di riparo, trovando ombra a ridosso di un casolare. l che alcuni partecipanti hanno visto che la donna si accasciava. Subito intervenuto un volontario della Protezione civile a cui ha farfugliato qualche parola, ribadendo di avere dei legami con San Daniele del Friuli, dove il marito (dal quale si era separata, ndr) comanda la stazione dei carabinieri. Poi Ylenia stata soccorsa dal personale della sezione di Portogruaro della Croce rossa, in servizo di supporto alla manifestazione, che si prodigato anche con il defibrillatore per rianimare la sventurata atleta.

Intanto la richiesta di soccorso arrivata al 118 friulano che ha inviato i sanitari di Latisana. Per oltre un’ora e mezza i soccorsi hanno continuato a praticare il massaggio cardiaco, ma ogni tentativo di salvare la vita alla mamma non ha avuto il successo sperato. L vicino, ad assistere al tentativo di rianimazione c’era anche l'amico, un coetaneo di San Michele con il quale aveva stretto un bel rapporto, poi consolato dagli amici. In poco tempo arrivato il padre dei tre bambini con i genitori di Ylenia.

Due le cause per i sanitari che avrebbero portato al decesso della sventurata: un infarto e una ischemia. Tutto ora al vaglio dei Carabinieri di San Michele, intervenuti sul luogo della tragedia. La gara stata naturalmente interrotta, mentre il sindaco sanmichelino Pasqualino Codognotto arrivato a San Giorgio per appurare quanto accaduto. La salma stata ricomposta dalle onoranze Duomo nell'obitorio comunale a Bibione a disposizione dei famigliari.

Luned 5 Agosto 2013



Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
«Mi fermo, non sto bene»: mamma
stroncata dopo 10 chilometri al sole
I commenti su questo articolo sono chiusi.
CONDIVIDI LA NOTIZIA
SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU TWITTER
I commenti su questo articolo sono chiusi.
0 commenti presenti
Indietro
Avanti